Testimone oculare: «aereo già in fiamme, caduto quasi in picchiata» VIDEO

Algeria: si schianta aereo militare: 257 vittime

  • di Manuela Petrini

Nell’incidente hanno perso la vita 247 passeggeri e 10 membri dell’equipaggio

E’ salito a 257 morti il bilancio dell’incidente aereo che si è verificato ieri mattina in Algeria, quando in Italia erano le 6.50. Il ministero della Difesa algerino in una nota ha comunicato che “il numero di martiri è di 247 passeggeri e 10 membri dell’equipaggio. La maggior parte dei martiri sono militari ma sono deceduti anche alcuni componenti delle loro famglie”. Nel comunicato emesso dal Ministero, si legge anche che i corpi estratti dalle lamiere del velivolo vengono trasportati all’Ospedale centrale delle Forze armate ad Ain Naga per procedere con l’identificazione delle vittime.

L’incidente

Ieri mattina alle 7.50 locali, un velivolo militare è precipitatoBoufarik, una città nella provincia di Blida, a circa 30 chilometri da Algeri. Il velivolo è caduto durante il decollo dall’aereoporto di Boufarik, secondo quanto riferito dai media locali citati da Al Jazeera. L’Ansa ha riportato la testimonianza di un consulente commerciale per le imprese italiane in Algeria, Francesco Simone, che ha affermato che “l’aereo era già in fiamme quando è caduto“. Il velivolo sarebbe precipitato a velocità sostenuta “quasi in picchiata”. Simone, al momento dell’incidente stava percorrendo l’autostrada che collega Algeri ad Orano. “Me la sono vista brutta – ha riferito all’Ansa – è caduto a 300-400 metri da dove eravamo”.

Le vittime

Al momento le vittime, come comunicato dal ministero della difesa algerino sono 257 (247 passeggeri e 10 membri dell’equipaggio). Ma il bilancio del disastro aereo potrebbe ancora peggiorare. Infatti, “un esperto in questioni di aviazione, sicurezza e difesa”, intervistato da Al Jazeera, ha riferito che a bordo dell’aereo c’erano 400 soldati. Inoltre, ha spiegato che l’incendio si è sviluppato in due dei motori e gli altri non sono riusciti a tenere in volo l’aereo.

Il cordoglio di Alfano

Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, in una nota, esprime “il profondo cordoglio del Governo italiano e mio personale per le vittime dell’incidente aereo avvenuto oggi alla Base Aerea di Boufarik in Algeria. Siamo vicini alle famiglie colpite da questo immenso dolore, a tutto il popolo e alle Autorità algerine”.

Fonte: interris