Addio Mondonico, espressione di un calcio romantico

mondonico

Addio Mondonico, espressione di un calcio romantico

L’allenatore se ne va a 71 anni. Da tempo lottava contro un tumore

Se ne va un altro personaggio del calcio romantico italiano. Emiliano Mondonico, allenatore di Torino, Atalanta, Napoli, Fiorentina, Cosenza e Cremonese, è morto all’età di 71 anni. A dare l’annuncio su Facebook è la figlia Clara: “Ciao papà, sei stato il nostro esempio e la nostra forza…ora cercheremo di continuare come ci hai insegnato tu. Eternamente tua”.

L’allenatore lombardo, che era stato anche calciatore nelle fila di Torino, Atalanta, Monza e Cremonese, lottava da sette anni contro un tumore che aveva richiesto l’asportazione di una massa di sei chili, di un rene e di un pezzo di intestino.

Leggi ancheAddio a Bradley Lowery, il piccolo eroe che ha commosso il calcio inglese

“Il calcio mi dà la forza di per continuare la sfida”. Il “Mondo”, questo il suo soprannome, aveva compiuto 71 anni il 9 marzo scorso. “Il pallone è stato il mio grande amico. A scuola non andavo con la cartella, ma col pallone sotto il braccio. Dormivo in sua compagnia. È stato il compagno di viaggio, che non ho mai tradito“. Questa sua frase appare oggi come un testamento.

Fonte: interris

Pietro Di Martino

Imprenditore e appassionato di informazione; cerco umilmente di dare il mio contributo riportando notizie senza alcuna connotazione politica e/o dettata da interessi che possano condizionare e confondere il lettore.
E-mail: pietrodimartino44@gmail.com