Medico spiega in tribunale come avviene un aborto: il pubblico si sente male

5150
medico ex-abortista

Anthony Levatino è un medico ex-abortista che negli anni ’80, dopo aver praticato circa 1.200 aborti, ha riconosciuto la mostruosità di questa pratica.

Levatino e la moglie non riuscivano ad avere figli e dopo aver provato ogni strada fecero domanda per l’adozione: così arrivo Heather e il mese dopo la moglie rimase incinta.

La piccola Heather però morì tra le loro braccia a seguito di un incidente stradale. E fu da lì che qualcosa scattò dentro il medico.

Quando riprese l’attività non riusciva più a vedere la pratica dell’aborto come un aiuto alla donna che lo richiedeva, sul tavolo alla fine vedeva il figlio e o la figlia di qualcuno.

Evitò quindi di svolgere aborti al secondo trimestre della gravidanza, ma ben presto smise del tutto:

«Quando finalmente capisci che uccidere un bambino è sbagliato, non importa quanto è grande il bambino, è sempre lo stesso.»

La morte della figlia l’ha portato a diventare un ginecologo pro-life molto attivo nella sua causa. Voleva riscattarsi salvando vite anziché sopprimerle.

Ti potrebbe interessare anche Aborto selettivo: volevi un maschietto e invece è una femminuccia? Puoi ucciderla

Testimonianze del medico ex-abortista

Nel 2012 testimoniò davanti al Congresso di Washington che effettuare un aborto su un bambino non nato di 24 settimane è doloroso per il bambino, ma anche per il medico:

“Se pensate che non faccia male, se credete che non sia un’agonia per questo bambino, vi prego di ripensarci”.

Nel video che vi proponiamo il Dottor Levatino rilascia una testimonianza durante un’audizione di una commissione parlamentare degli Stati Uniti che indagava su delle denunce contro le cliniche Planned Parenthood.

In questa deposizione spiega con una descrizione obiettiva e scioccante la procedura dell’aborto nel secondo trimestre di gravidanza per “dilatazione ed estrazione”.

Nello stato di New York poco tempo fa è stata approvata una legge che consente l’aborto fino al nono mese di gravidanza.

Sul web ci sono state molte discussioni su questa notizia perché forse in molti non ne hanno colto la gravità e il lato controverso.

Per un dibattito serio, basato su fatti reali, invito ad ascoltare la deposizione del dottor Levatino e approfondire anche guardando QUESTO video.