22 uomini stuprano per mesi una dodicenne sorda: rischiano la pena di morte

India: 22 uomini stuprano una dodicenne sorda per mesi. Arrestati, rischiano pena di morte – di Davide Falcioni

I 22 per oltre sette mesi hanno violentato una ragazzina di 12 anni affetta da problemi all’udito dopo averla sedata e costretta ad assumere droghe.

Almeno 22 uomini in India hanno violentato per oltre sette mesi una ragazzina di 12 anni con problemi all’udito.

A renderlo noto il Times of India. La polizia ha arrestato 18 sospetti e sta dando la caccia agli altri.

I violentatori, che lavoravano come operai e guardie di sicurezza in un complesso di appartamenti nella città di Chennai, stordivano la bambina praticandole iniezioni, costringendola a bere alcolici e a inalare delle altre sostanze stupefacenti.

Durante le violenze sessuali gli uomini si sono anche filmati costringendo la ragazzina al silenzio con la minaccia di diffondere i video.

Stando a quanto riferito dalla polizia i genitori non sospettavano nulla e non erano stati messi in allarme dal fatto che la ragazzina rientrasse sempre tardi da scuola.

Quello delle violenze sessuali è uno dei problemi più importanti dell’India: il governo ha inasprito le pene, ma i risultati tardano ad arrivare soprattutto nelle zone rurali.

I 22 uomini verranno giustiziati a morte?

Alcuni giorni fa la Corte suprema indiana ha confermato la condanna a morte per i quattro uomini che nel dicembre 2012 hanno abusato di una giovane studentessa di fisioterapia, mentre si trovava in compagnia del fidanzato su un autobus della capitale Delhi.

La scorsa settimana i magistrati hanno stabilito che non ci sono i presupposti giuridici per rivedere la sentenza dello stesso tribunale emessa nel maggio 2017, contro cui tre degli imputati avevano fatto ricorso.

I quattro, di età comprese tra i 22 e i 31 anni, verranno quindi giustiziati.

Un quinto accusato che al momento del crimine era minorenne ha scontato una pena di tre anni; il sesto, Ram Singh, si è tolto la vita nel 2013 nel carcere di Tijar.

Il caso del feroce stupro della studentessa provocò profonda indignazione e accese i riflettori sul tema della violenza contro le donne in India.

La ragazza di 23 anni è morta dopo due settimane di agonia in un ospedale di Singapore. Fonte: fanpage.it